Nome

Codice ISIN

Listino Azionario Italia

News Radiocor


12/10/2018 13:45

***Dbrs: non escluso rischio contagio da Italia, ma chance "Italexit" remota

Senza revisione target Def "entreremo in acque sconosciute" (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 12 ott - Le turbolenze di Piazza Affari e la reazione dei mercati alle tensioni tra Governo italiano e Unione europea dopo la nota di aggiornamento al Def per il momento sembrano limitate all'Italia, ma non e' escluso un rischio contagio. Tuttavia, secondo l'agenzia di rating Dbrs, il rischio di un'uscita di Roma dall'Eurozona appare remoto. "Al momento, la reazione dei mercati sembra limitata all'Italia, ma non si puo' escludere un possibile effetto contagio, nel caso in cui la situazione dovesse deteriorarsi", ha detto a Radiocor Carlo Capuano, assistant vice president, Global Sovereign Ratings di Dbrs. Guardando avanti in particolare due fattori saranno da tenere sotto attenta osservazione: "La comunicazione, che e' cruciale quando un nuovo Governo vuole spiegare chiaramente la propria politica. E i benefici potenzialmente limitati delle misure che saranno incluse nel budget", ha detto Capuano, spiegando che "la politica deve trovare un compromesso e finora si e' visto poco margine per questo". In quest'ottica, se i negoziati con la Commissione europea dovessero portare a una revisione al ribasso dei target fiscali (la manovra prevede un rapporto deficit/Pil al 2,4% per il 2019, 2020 e 2021), "le preoccupazioni dei mercati potrebbero allentarsi, viceversa, se questo non dovesse succedere, entreremmo in acque sconosciute e i mercati potrebbero reagire in modo negativo". Tuttavia, nonostante il braccio di ferro tra Roma e l'Ue, il rischio di un'uscita dell'Italia dall'Eurozona appare remoto: "Non possiamo escludere che le tensioni tra Commissione europea e Governo italiano si inaspriscano", ma "il rischio di un'uscita dell'Italia dall'Eurozona appare remoto, tanto piu' che non esiste un modo per uscire dall'euro senza uscire dall'Unione europea", ha detto Capuano, precisando che "un'eventuale uscita dall'euro sarebbe economicamente e politicamente costosa, non solo per l'Italia". Secondo l'economista, "la nuova coalizione di Governo sembra molto interessata a ottenere consenso in vista delle elezioni europee del prossimo anno e probabilmente spera che emergera' nuova governance", soprattutto per quanto riguarda temi come immigrazione e disuguaglianza di reddito, "temi che giocano ora un ruolo significativo nella politica italiana".
Ars- (RADIOCOR) 12-10-18 13:45:28 (0344)NEWS 3 NNNN


Portafoglio Personale

Listino Personale


I più letti di Finanza e Mercati