Nome

Codice ISIN

Listino Azionario Italia

Buzzi Unicem
Codice ISIN IT0001347308

VAR%+1.32 
ULTIMO
PREZZO
19.17

18/09/2018 17:39

Borsa: Europa snobba guerra dazi, a Milano (+0,55%) svetta Prysmian

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 18 set - Le Borse europee hanno chiuso con discreti guadagni una seduta cauta, durante la quale gli investitori non si sono fatti spaventare dall'annuncio ufficiale di nuovi dazi Usa su 200 miliardi di dollari di beni di importazione cinese, gia' anticipata dalle indiscrezioni del weekend, e dalla contromossa di Pechino, che fara' scattare il 24 settembre tariffe doganali su 60 miliardi di dollari di prodotti americani. Milano e' salita dello 0,55%, Parigi dello 0,28%, Francoforte dello 0,51%, Madrid dello 0,34% e Londra ha chiuso attorno alla parita', inizialmente penalizzata dai timori sulla Brexit. In generale, hanno retto bene i titoli del comparto auto e minerario, tra i piu' penalizzati dai dazi, e hanno invece ingranato la marcia piu' alta i petroliferi (a Milano Saipem +1,33%), sulla scia del balzo del greggio (il Wti e' salito verso 70 dollari al barile, il Brent verso gli 80 dollari), sulle indiscrezioni relative a una Arabia Saudita favorevole a prezzi superiori a quota 80 dollari. Gli analisti scommettevano su intervento saudita sul mercato per compensare la minore offerta di petrolio iraniano viste le sanzioni americane contro Teheran. A Piazza Affari bene le banche, con lo spread tra i rendimenti di BTp decennali e Bund di pari scadenza in calo a 212(durante la seduta era sceso fino a 211 punti, il minimo dalla nascita del Governo Conte). Sul Ftse Mib ha svettato Prysmian (+5,26%), dopo che i conti del primo semestre hanno messo in luce fatturato (+10,8%) ed Ebitda rettificato superiori alle previsioni.
Molto bene anche Telecom (+3,93%), dopo l'incontro tra i vertici della societa' e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Buzzi Unicem (+3,93%), dopo l'avvio del piano di acquisto di azioni proprie per un massimo di 7 milioni di titoli ordinari e/o di risparmio, e Ferrari (+3,94%, dopo essere arrivato a cedere il 3,7%), nel giorno della presentazione del piano industriale al 2022. La societa' ha leggermente ritoccato le previsioni per la fine del 2018, ma ha detto che il debito industriale netto sara' inferiore a 350 milioni di euro, meglio rispetto alle precedenti stime.
Sul mercato dei cambi l'euro si conferma sotto quota 1,17 dollari: la moneta unica e' sostanzialmente stabile a 1,1698 dollari, contro gli 1,1696 dollari dell'apertura e gli 1,1689 della chiusura di ieri e 131,454 yen, contro i 131,26 yen dell'apertura e i 130,9 della chiusura di ieri, mentre il rapporto dollaro/yen e' a 112,366. Sale il petrolio: il future a novembre sul Wti sale dell'1,3% a 69,5 dollari al barile, mentre la consegna a novembre sul Brent si attesta in rialzo dell'1,35% a 79,1 dollari.
Ars- (RADIOCOR) 18-09-18 17:39:51 (0535)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Titoli collegati
Buzzi Unicem
Ultimo 19.17
Ore 14:09
Var + 1.32%
Bid 19.165
Ask 19.17

Buzzi Unicem Rnc
Ultimo 10.86
Ore 14:01
Var + 1.31%
Bid 10.86
Ask 10.88

Telecom Italia R
Ultimo 0.5064
Ore 14:10
Var + 0.80%
Bid 0.5064
Ask 0.507

Telecom Italia
Ultimo 0.5684
Ore 14:11
Var + 0.14%
Bid 0.5682
Ask 0.5686

Prysmian
Ultimo 21.8
Ore 14:11
Var + 0.79%
Bid 21.79
Ask 21.8


Portafoglio Personale

Listino Personale


I più letti di Finanza e Mercati